Diagnosi e trattamento

 

Sintomi

Spostare le chiavi di casa o dimenticare di comprare il caffè non sono ancora segni di demenza. Tuttavia, quando si riscontrano sempre più spesso sintomi quali

  • smemoratezza,
  • difficoltà a fare piani e rivolvere problemi,
  • problemi nell'espletamento di mansioni ordinarie,
  • difficoltà nel trovare le parole,
  • problemi di orientamento,
  • spostare oggetti,
  • disturbi della percezione,

è consigliabile sottoporsi a un controllo medico. Poiché, quanto prima si riconosce una demenza, più facile sarà stabilizzarla.
 

Primo punto di contatto: il medico di famiglia

Il medico di famiglia può farsi un'idea della situazione dopo un primo colloquio. Una visita medica e test di laboratorio aiutano ad escludere altre cause dei sintomi. Tramite esame psicometrico, il medico può osservare sintomi e cambiamenti del comportamento e differenziare tra una normale perdita di memoria dovuta all'età e una malattia demenziale incipiente. Procedure conosciute sono il test dell'orologio e il test Mini-Mental Status.

Qualora i risultati del test indichino una malattia demenziale, generalmente il medico di famiglia invia il paziente presso uno specialista o a una Memory Clinic per ulteriori chiarimenti.

L'appuntamento dallo specialista

I test neuropsicologici forniscono indicazioni sulla presenza di una malattia. Mediante processi di imaging, quali la tomografia computerizzata (TC), la tomografia a risonanza magnetica (MRT) oppure l'impiego dispendioso della tomografia a emissione di positroni (PET), lo specialista avrà maggiori indicazioni circa la forma di demenza. Inoltre, oggigiorno sono disponibili esami del liquido cerebro spinale che possono comprovare, già nella fase iniziale della malattia, alterazioni del fluido spinale.

Noi sosteniamo la ricerca affinché gli scienziati possano sviluppare nuove procedure di diagnosi per un riconoscimento precoce.

 

Trattamento nella diagnosi di Alzheimer

Per ora, non è possibile guarire dall'Alzheimer. I medicamenti per l'Alzheimer possono tuttavia rallentare il decorso della malattia e alleviare gli effetti collaterali. Due gruppi di principi attivi sono attualmente disponibili come farmaci antidemenza con obbligo di prescrizione medica: l'inibitore acetilcolinesterasi per malattie di Alzheimer leggere o medio-gravi nonché la memantina per malattie medio-gravi e gravi.

A seconda dello stadio della malattia è senz'altro utile rafforzare le competenze quotidiane della persona colpita e attivare la memoria e la capacità di pensiero. A questo scopo, sono disponibili una serie di opzioni terapeutiche come training cognitivo, fisioterapia oppure musicoterapia. In questo modo verrà migliorato anche il benessere del paziente.

Noi sosteniamo i ricercatori e le ricercatrici che cercano una spiegazione per l'insorgenza di demenze affinché si possano trovare nuovi approcci terapeutici contro l'Alzheimer!


Presso Alzheimer Svizzera è possibile trovare informazioni più dettagliate su diagnosi e trattamento di malattie demenziali e sull'assistenza ai soggetti colpiti.

Indirizzo

Fondazione Synapsis
Ricerca Alzheimer Svizzera RAS
Josefstrasse 92
CH-8005 Zurigo

 

Come raggiungerci

Servizio donazioni
Telefono: +41 (0)44 271 35 11
E-mail: info(at)alzheimer-synapsis.ch

 

Donazioni

Postfinance: 85-678574-7
IBAN: CH31 0900 0000 8567 8574 7 

Donazioni